Home » CRITICA » Gemma Bava

Gemma Bava

Gemma Bava - Ferrari Renata

.

L'Arte di Renata Ferrari è plastica e monumentale, le sue figure maschili e femminili sono alaborate con cosi tanta cura, con un tratto cosi forte e con una pennellata talmente energica da far pensare ad un'opera scultorea.
Della pittura ha però saputo impiegare al meglio gli accostamenti cromatici che creano il plasticismo dei nudi, e il gioco delle luci che concorrono a dare concretezza alle figure e nello stesso tempo le stemperano in un chiaro - scuro che regala loro un'esatta dimensione psicologica.
Provocanti ma mai volgari, affascinanti senza essere eccessivi, i nudi di Ferrari sembrano infatti essere immersi in un'aura di malinconia, come se la loro bellezza fosse un peso eccessivo da portare, quasi una qualità di cui non gloriarsi eccessivamente.