Home » CRITICA » Dino Marasà

Dino Marasà

Dino Marasà - Ferrari Renata

.

Renata Ferrari è un’artista dotata di un talento unico nel delineare figure sia femminili che maschili, catturando l’armonia dei contorni. Esse acquistano il sapore della modernità con una moderata sintesi dove il reale ha ancora una sua presenza ma è destinato a rarefarsi in un’atmosfera metafisica ed eterea dominata da una luce radente che attiene quasi più a una dimensione onirica.

Cosi all’apparente realismo delle sue immagini, si scopre il limite di una condizione esistenziale, che si compenetra nel feticismo dell’illusorietà, piuttosto che nell’autenticità dei valori di cui dovrebbe appropriarsi. Condizione limite comune all’epoca odierna, che l’artista Renata Ferrari evidenzia con lucidità d’analisi e perizia tecnica.

Ma soprattutto c’è in questi nudi raccolti, in queste figure, un grande equilibrio di forme e armoniosità nelle linee. Nelle opere si nota un’attenta indagine psicologica che converge nell’espressioni dalle quali si possono cogliere stati d’animo, solitudini, desideri, preoccupazioni, bisogni e invocazioni d’amore.

L’arte pittorica di Renata Ferrari è altresì caratterizzata da tocchi e da veli di colore, impressi con immediatezza sulle tele, che determinano movimenti cromatici e formali, compiture di luce e profondità di spazi e conferiscono alle raffigurazioni una dimensione quasi metafisica e surreale , dal tono incantato. (Dino Marasà)