Home » CRITICA » Anna Brambati

Anna Brambati

Anna Brambati - Ferrari Renata
.
Con la pittura di Renata Ferrari torniamo allo studio attento della figura umana. Non si tratta di uno studio volto solamente a mettere in mostra la perizia tecnica e la precisione dell’artista nel riprodurre sulla tela il corpo umano; bensì la ricerca di Renata si spinge più in profondità e vuole introdurci nel mondo interiore dei suoi personaggi, spesso colti in atteggiamento assorto.
I volti pensosi sono uniti mediante un collo ben tornito al corpo, che talora è raffigurato mentre compie un’azione, talaltra mentre è in atteggiamento di riposo, morbidamente rilassato nella penombra.
In entrambi i casi, comunque, la figura umana è plasmata dalla luce che colpisce le membra vivificandole: la loro plasticità è confermata dal gioco chiaroscurale che esalta le sporgenze e fa rientrare con l’ombra le parti più convesse.
L’equilibrio compositivo, che è una caratteristica costante delle opere di Renata Ferrari, è reso anche attraverso le delicate tonalità cromatiche e i richiami di colore tra il soggetto e lo sfondo che lo ospita.
Consideriamo a tale proposito “Malinconia in Rosso”, dove una donna accovacciata su se stessa è parzialmente avvolta da un telo rosso acceso, lo stesso colore del drappo che si intravede in alto a sinistra. Si noti anche come sia proprio la luce a far emergere la figura dello sfondo assai scuro e a dar vita al panneggio del telo, creando bellissime e realistiche alternanze di pieghe in ombra e parti illuminate, secondo l’insegnamento - appreso e interiorizzato- del grande  maestro Caravaggio.
Per quanto riguarda gli aspetti tecnici, l’artista adopera una tecnica mista e varia creando lo sfondo con del gesso acrilico sul quale, in un secondo momento, vengono stesi i colori. Da qui l’effetto di piccoli crateri e di pittura non uniforme.
Abilità disegnativa, luce, colore, sfondo sono gli elementi che permettono all’artista di raffigurare i soggetti umani nella loro complessità e forza : un’energia a volte pronta a scattare e altre volte nello stato di quiete.